Entra a far parte del mondo MGJ, per te il 10% di sconto con il codice WELCOME10 sul tuo PRIMO ordine! Spese di spedizione STANDARD gratuite per ordini superiori a 75€

Come prendersi cura dei gioielli in argento...

Una delle domande che mi viene posta più spesso è: come posso pulire i miei gioielli in argento?

Prima di rispondere a questa domanda però, direi che una premessa è più che obbligatoria!

Innanzitutto, partiamo col chiarire per quale motivo l'argento si "sporca". Più correttamente, l'argento va incontro a quel fenomeno chimico che prende il nome di ossidazione. Il processo di ossidazione è un fenomeno molto comune, legato a particolari reazioni chimiche che si azionano quando l’argento entra, per esempio, in contatto con l’ossigeno o con atre sostanze.

E perché questo avviene? Perché l'argento è una lega, composta non solo da argento ma anche da altri metalli, che lo rendono più adatto alla realizzazione dei monili e alla sua lavorazione. Tra questi metalli c'è anche il rame, che è il responsabile del processo di "ossidazione", ovvero la formazione di una patina scura sopra al tuo gioiello in argento.

Se teniamo a mente il detto secondo il quale "prevenire è sempre meglio che curare", anche in questo caso, prevenire il processo di ossidazione è sempre meglio che ritrovarsi con un gioiello ossidato da pulire.

Quindi, la prima domanda che è giusto porsi è: in che modo posso evitare che i miei gioielli in argento si sporchino (o subiscano il processo di ossidazione)?

  • L'ossidazione dell'argento è causata dal contatto con l'aria: limitare il più possibile il contatto con l'aria aiuterà a rallentare questo processo. Per esempio, riponendo i nostri gioielli singolarmente in una busta di plastica con chiusura ermetica o in un sacchetto di cotone o altro materiale NON traspirante. 

  • L'ossidazione dell'argento è causato dal contatto con gli acidi: l'ossidazione dell'argento dipendente dal pH della nostra pelle. Persone che hanno un sudore più acido, velocizzeranno il processo di ossidazione. Per questo, in ogni caso, e qualsiasi sia il tuo pH, è sempre sconsigliato indossare i gioielli in argento durante i periodi di maggior sudorazione (come le calde ore estive).

  • Le sostanze acide accelerano il processo di ossidazione: si deve evitare di mettere a contatto i nostri gioielli con creme, profumi etc..

  • Vivi al mare? Allora devi sapere che l'aria di mare è ricca di umidità e sali minerali, che si aggiungono alla normale attività ossidante dell'ossigeno presente nell'aria. Per questo motivo, al mare è sconsigliato indossare gioielli PLACCATI (perché la placcatura, essendo uno strato superficiale, viene corrosa e consumata dall'aria di mare) e bisogna comunque fare una maggiore attenzione nel riporre anche i gioielli in argento privi di placcatura (usare panni o sacchetti ancora più ermetici).

 

Di conseguenza, come dedurrai da quello che è scritto sopra, è necessario evitare di indossare i gioielli in argento anche in piscina e terme (proibito :-) per quanto riguarda i gioielli placcati, altamente sconsigliato per quelli in argento, che potrebbero perdere la loro brillantezza).

  • Infine, cerca di ripulire con un panno in microfibra i tuoi gioielli in argento prima di riporli: in questo modo toglierai dalla superficie tutti quei residui dannosi presenti nell'aria e sulla pelle che potrebbero accelerare il processo di ossidazione.

  • Non aspettare un mese o più prima di tirar fuori un gioiello e di indossarlo nuovamente: cerca sempre di "controllare" ogni tanto i tuoi gioielli riposti e di strofinarli con un panno in microfibra, in questo modo eviterai brutte sorprese quando deciderai di riutilizzarli!

 

Ma, se nonostante tutte le accortezze del caso, il mio gioiello si fosse ossidato?
Veniamo quindi al dunque:

COME SI POSSONO PULIRE I GIOIELLI IN ARGENTO? 

Utilizza sempre prodotti appositi che si trovano in commercio, come Argentil o un panno per argento.

Se utilizzi il prodotto sotto forma di spray o crema, dopo averlo utilizzato ricorda sempre di risciacquare e asciugare accuratamente il gioiello prima di riporlo!

Evita di spruzzare il prodotto direttamente su pietre, perle, coralli o cammei! Come fare per pulire i componenti che sono vicini a questi materiali?

Imbevi un cotton fioc nel prodotto per argento e passalo sul chiodino o l'anellino di pietre/perle/coralli/cammei, senza entrare in contatto con loro.

 

E ricorda un'ultima, importantissima, cosa: i gioielli devono essere l'ultima cosa che indossiamo quando ci prepariamo e la prima cosa che ci togliamo quando torniamo a casa!

Se ti prenderai cura di loro, la loro bellezza perdurerà nel tempo.

 

 Spero che questa mini guida sulla cura dei gioielli in argento ti sia stata utile!

Se hai domande lasciamele pure qui sotto, nei commenti all'articolo, e sarà mia premura risponderti.

Melania 

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati